Family (society) suicide

Family (society) suicide

installazione / installation

installazione / installation

*  *  *

Nel suicidio della società si salverà forse solo un bambino in triciclo... Nessun problema è risolto, l'aria probabilmente gli brucerà i polmoni e la banca gli porterà via la casa, ma se condanna dev'esserci non sarà lui a eseguirla su di sé...   Only a baby on a tricycle will maybe be saved from society’s suicide... No problem is solved, air will probably burn his lungs and bank will take his home from him, but if there will be a conviction he will not make it on himself...

Nel suicidio della società si salverà forse solo un bambino in triciclo... Nessun problema è risolto, l'aria probabilmente gli brucerà i polmoni e la banca gli porterà via la casa, ma se condanna dev'esserci non sarà lui a eseguirla su di sé...   Only a baby on a tricycle will maybe be saved from society’s suicide... No problem is solved, air will probably burn his lungs and bank will take his home from him, but if there will be a conviction he will not make it on himself...

Nel suicidio della società si salverà forse solo un bambino in triciclo... Nessun problema è risolto, l'aria probabilmente gli brucerà i polmoni e la banca gli porterà via la casa, ma se condanna dev'esserci non sarà lui a eseguirla su di sé...   Only a baby on a tricycle will maybe be saved from society’s suicide... No problem is solved, air will probably burn his lungs and bank will take his home from him, but if there will be a conviction he will not make it on himself...

Nel suicidio della società si salverà forse solo un bambino in triciclo... Nessun problema è risolto, l'aria probabilmente gli brucerà i polmoni e la banca gli porterà via la casa, ma se condanna dev'esserci non sarà lui a eseguirla su di sé...   Only a baby on a tricycle will maybe be saved from society’s suicide... No problem is solved, air will probably burn his lungs and bank will take his home from him, but if there will be a conviction he will not make it on himself...

Nel suicidio della società si salverà forse solo un bambino in triciclo. Il suo cappio rimane vuoto e oscillerà per il resto della sua esistenza come Spada di Damocle inevasa. Le colpe espiate dall'intera famiglia sociale, colpe che ricadono inevitabilmente sui figli come il Peccato Originale, lo toccano eppure lo lasciano indenne. È il gioco a salvarlo. La voglia di giocare ancora intatta gli permette di voltarsi indietro e guardare le ombre penzolanti dei famigliari appesi. Nessun problema è risolto, l'aria probabilmente gli brucerà i polmoni e la banca gli porterà via la casa, ma se condanna dev'esserci non sarà lui a eseguirla su di sé. L'unica cosa che lo lega ai parenti è l'uniformità anonima dei lineamenti. Per questo si ferma a osservarli, per staccarsi definitivamente dalla loro non distinzione, dalla mancanza d'individualità. In lui riponiamo le nostre speranze.

Only a baby on a tricycle will maybe be saved from society’s suicide. His noose remains empty and swing for the rest of his existence as an outstanding Sword of Damocles. Faults, that fall inevitably on children as Original Sin, touch him yet leave him unharmed. It’s the game of saving him. Will of playing, still intact, allows him to turn back and to watch the swinging shadows from his hanging relatives. No problem is solved, air will probably burn his lungs and bank will take his home from him, but if there will be a conviction he will not make it on himself. The only thing which bonds him to his relatives is the anonymous uniformity of features. That’s why he stops in order to look at them, to be finally detached from their non-distinction and lack of individuality. In him, the survivor of the serial suicide, we put our hopes.

Family (society) suicide 2009 installazione. Mostra collettiva: Artfarm Pilastro, Verona IT 26 giugno 2009, curatela: Antonia Montenovesi, musica: Filippo Romano, testo: Marco Ongaro.   2009 installation. Group show: Artfarm Pilastro, Verona IT june 26th 2009, curated by Antonia Montenovesi, music by Filippo Romano, text by Marco Ongaro.

Family (society) suicide 2009 installazione. Mostra collettiva: Artfarm Pilastro, Verona IT 26 giugno 2009, curatela: Antonia Montenovesi, musica: Filippo Romano, testo: Marco Ongaro.   2009 installation. Group show: Artfarm Pilastro, Verona IT june 26th 2009, curated by Antonia Montenovesi, music by Filippo Romano, text by Marco Ongaro.

Family (society) suicide 2009 installazione. Mostra collettiva: Artfarm Pilastro, Verona IT 26 giugno 2009, curatela: Antonia Montenovesi, musica: Filippo Romano, testo: Marco Ongaro.   2009 installation. Group show: Artfarm Pilastro, Verona IT june 26th 2009, curated by Antonia Montenovesi, music by Filippo Romano, text by Marco Ongaro.

Family (society) suicide 2009 installazione. Mostra collettiva: Artfarm Pilastro, Verona IT 26 giugno 2009, curatela: Antonia Montenovesi, musica: Filippo Romano, testo: Marco Ongaro.   2009 installation. Group show: Artfarm Pilastro, Verona IT june 26th 2009, curated by Antonia Montenovesi, music by Filippo Romano, text by Marco Ongaro.

Family (society) suicide 2009 installazione. Mostra collettiva: Artfarm Pilastro, Verona IT 26 giugno 2009, curatela: Antonia Montenovesi, musica: Filippo Romano, testo: Marco Ongaro.   2009 installation. Group show: Artfarm Pilastro, Verona IT june 26th 2009, curated by Antonia Montenovesi, music by Filippo Romano, text by Marco Ongaro.

Selezione Progetti / Selected works

Around the portraitProgetto in corso / Ongoing project

Solitude2015 acquerelli / watercolors

La luce delle ombre2012-2013 olio su carta / oil on paper

/Solutsjo’ni/ per l’uso2012 acquerelli / watercolors

Uomìni2010-2011 acquerelli / watercolors

Family (society) suicide2009 installazione / installation

Families2007-2009 pastelli a olio su carta / oilbars on paper